Crevalcore verso una mobilità scolastica sostenibile

Gli spostamenti casa-scuola hanno un’importanza particolare non solo per l’impatto ambientale, ma soprattutto per quello educativo e sociale. Educativo perché abitua le giovani generazioni a praticare, fin da piccoli, mezzi alternativi all’auto per i propri spostamenti. Sociale perché le modalità come i piedi e la bicicletta favoriscono le relazioni fra coetanei e sviluppano l’autonomia, elemento fondamentale per potersi muovere liberamente ed in sicurezza in città. Costruire le condizioni per favorire la mobilità sostenibile, ma anche perseguirle, è fondamentale per la messa in pratica dello sviluppo sostenibile. A questo si aggiunge l’esigenza di un modo diverso di vivere gli spazi urbani e di muoversi, che si è manifestata, in maniera particolarmente evidente, in questo periodo di emergenza sanitaria dovuta al Covid19, che ha costretto a praticare il distanziamento fisico, ma contestualmente ha posto l’attenzione sull’inquinamento dell’aria per le connessioni, già dimostrate, con la diffusione del virus.

Con il percorso Clevalcore verso una mobilità scolastica sostenibile, a cura del Comune di Crevalcore e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il “Bando Partecipazione 2020” (ex L.R. 3/2018), si è voluto esplorare le modalità più efficaci per lo sviluppo della mobilità sostenibile su questo territorio, partendo dai percorsi casa-scuola, per arrivare a quelli casa-tempo libero, dai bambini della materna ai giovani dalla fascia d’età della scuola primaria per arrivare alle scuole secondarie di II grado e all’università.

Il Centro Antartide su incarico dell’Amministrazione ha curato la progettazione e il coordinamento del percorso, la gestione degli organi di regia interni ed esterni all’amministrazione, il lavoro di costruzione e consolidamento delle reti, la facilitazione degli incontri nonché la redazione dei documenti di esito del progetto.

Il percorso, avviato formalmente ai primi di febbraio 2021 e concluso nell’ottobre sello stesso anno, ha portato alla redazione di un set di linee guida operative di mobilità sostenibile specificatamente rivolte alla fascia dei giovani che in primis valorizzi il contesto esistente e implementi pratiche virtuose e continuative. I tempi e la durata del processo partecipativo hanno subito uno scostamento rispetto a quanto definito nella scheda progetto approvata dalla RER: nei mesi tra marzo e maggio, a causa del ritorno alla didattica a distanza, alcune attività previste con le scuole hanno subito slittamenti e sono state posticipate a settembre, ovvero all’inizio del nuovo anno scolastico. 

Il progetto, che ha interessato tutto il territorio comunale, ha permesso di creare un importante occasione di incontro e confronto con tutti gli stakeholder direttamente ed indirettamente coinvolti nella mobilità casa-scuola (bambini, ragazzi, genitori, scuole, associazioni, enti pubblici, ecc…) anche attraverso l’ideazione ed il consolidamento di buone pratiche come il piedibus e il bicibis nelle scuole di Crevalcore, l’uso della bicicletta per recarsi negli Istituti Superiori vicini, e l’uso del treno e della bici per motivi di studio, ma anche per recarsi nei luoghi del tempo libero.

Le informazioni del progetto:

2021

Crevlacore

Comune di Crevlacore

Le News

Leggi le ultime notizie sul progetto
Torna su