Una storia lunga 30 anni

Dall'Università Verde di Bologna a oggi

L’Università Verde nasce nel 1984 su iniziativa di un gruppo di studenti universitari fuorisede che decidono di dare vita a cicli di incontri, lezioni e altre iniziative di divulgazione della cultura ambientale rivolte a tutta la città: l’idea nasce da un bisogno di reinventare forme di impegno che superino quelle tradizionali.
Da qui, nel 1992, nasce il Centro Antartide – Centro Studi e Comunicazione ambientale, che insieme al Comune e Università di Bologna si configura come laboratorio di innovazione per stimolare la città sui temi legati alla sostenibilità, alla cittadinanza e al senso civico e che presto inizia a promuovere reti e progetti nazionali.

Il fondatore del Centro Antartide, Giampiero Mucciaccio, con una capacità visionaria e profondissimo intuito ha saputo individuare, nel corso del tempo, temi di lavoro che negli anni a venire si sarebbero rilevati di grandissima centralità.
Le prime iniziative sul tema del risparmio idrico sono del 1994, mentre nel 2004 il Centro Antartide dà vita insieme alla Regione Emilia-Romagna al primo database di tesi di laurea su tematiche ambientali. La prima edizione della campagna per la sicurezza sulle strade delle vacanze Vacanze Coi Fiocchi, che continua ancora oggi, è del 2000; è di pochi anni dopo l’avvio del lavoro sulla mobilità scolastica sostenibile, con il lavoro sui Pedibus e l’ideazione di Siamo Nati per Camminare ma anche la mostra “Elogio della Bicicletta” che invita cittadini e amministratori a promuovere un uso sempre più frequente,  piacevole e sicuro di questo mezzo di trasporto per percorrere le città. La campagna Siamo Tutti Pedoni che mette al centro la mobilità dolce nei centri urbani di tutta Italia e che continua a svolgersi ogni anno nasce nel 2008. Dell’anno successivo è la prima edizione del Premio Bologna Città Civile e Bella, che ora porta proprio il nome di Giampiero e che mette al centro il tema della gestione collaborativa dei beni comuni e della costruzione di comunità. Pochi anni dopo il Centro Antartide collaborerà alla costruzione di quello che diventerà il pionieristico “Regolamento sulla collaborazione cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”.

I progetti nazionali hanno negli anni registrato la collaborazione di numerosi testimonial illustri in tutta Italia: da Piero Angela che è ancora padre nobile della campagna Vacanze Coi Fiocchi a Margherita Hack, dai più famosi vignettisti italiani alla nutrita schiera di personalità del mondo della ricerca, della cultura e dello spettacolo.

Tra i riconoscimenti ricevuti:

  • Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito una medaglia alla seconda edizione del premio “Pianeta Acqua”
  • Due i premi assegnati dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi alla campagna “Allacciali alla vita” e all’iniziativa “Ragazzi sulla buona strada” realizzata in occasione della Giornata Mondiale per la sicurezza stradale (7 aprile 2004)
  • L’Aci e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno assegnato al Centro Antartide due volte il Premio Semaforo Verde
  • Quattroruote, Wwf Italia e Asstra ci hanno assegnato il Premio Respiriamo la città.
  • Nel 2006 l’Associazione Cittadinanza attiva ha assegnato al centro il Premio “La Buona Pratica” per la campagna “Vacanze coi fiocchi”
  • Il Ministero dei Trasporti francese ha realizzato la campagna “Une route plus sure avec le sourire” sul modello di “Vacanze coi fiocchi”
  • L’Associazione Italiana del libro, nell’ambito della prima edizione del Premio nazionale di divulgazione scientifica del 2013, ha conferito al Centro Antartide uno speciale riconoscimento per la sua azione di prevenzione e divulgazione ambientale e sociale
  • Nel 2019 Virginio Merola, sindaco del Comune di Bologna, ha conferito al Centro Antartide la Medaglia al Merito Civico “Giorgio Guazzaloca” come riconoscimento per il prezioso lavoro che Giampiero Mucciaccio ha svolto per la città.
Torna su